Rassegna stampa

Una piccola rassegna stampa di alcuni articoli su Carlo Ghirardato.

Ghirardato "l'amico fragile" di De Andrè

Di Carlo Pecoraro. - Per molti la figura di Fabrizio De Andrè è stata un punto illuminante. Uno spartiacque che ha tolto intere generazioni dal sentirsi orfane di quella canzone che era americana (Bob Dylan) piuttosto che francese (Georges Brassens) ossigenando la nostra cultura con una ricercatezza di contenuti e di scrittura unica.

Così quando l’altro giorno, di passaggio per Salerno prima di concedersi al pubblico di Savoia di Lucania, ho rivisto l’amico Carlo Ghirardato, ricordare la poetica di De Andrè è stato un attimo.

Il filo che lega Carlo Ghirardato a Savoia di Lucania: questa sera in terra salviana “Faber Fest”, l’omaggio a Fabrizio De Andrè

A cura di Claudio Buono - C’è attesa a Savoia di Lucania per l’omaggio al grande Fabrizio de Andrè, in un evento denominato “Faber Fest”. Questa sera -sabato 29 agosto dalle 21.30- nei pressi di piazza Marconi emozioni e buona musica con la chitarra e voce di Carlo Ghirardato, un grande interprete della musica di De Andrè. Ad organizzare questo bell’evento un gruppo di giovani salviani. Ma perché organizzare un evento musicale di così precisa connotazione, il Faber Fest? “Ce la siamo posti questa domanda –ci hanno riferito- e la prima risposta che ci siamo dati è stata quella di pensare ad un evento che ci rappresentasse a pieno. Una serata pensata da un gruppo di ragazzi che condivide la passione per il cantautore genovese, Fabrizio De Andrè, e ne riconosce il grande spessore culturale e artistico”.

Faber rivive nel sogno di una sera di fine estate a Savoia di Lucania

Di Redazione Basilicata24 - E' intitolata Faber fest la serata dedicata a Fabrizio De Andrè da un gruppo di giovani di Savoia di Lucania, cittadina in provincia di Potenza. Il 29 agosto, a partire dalle 21,30, il cantautore genovese rivivrà nel suggestivo centro storico del paese (in piazza Marconi) attraverso la voce e la musica di Carlo Ghirardato, artista nato in Germania e vissuto a Bologna. Gli organizzatori dell'evento, un gruppo di ragazzi che condivide la passione l'immenso Faber, in una nota- spiegano com'è nata l'iniziativa. "Abbiamo pensato ad un evento che ci rappresentasse a pieno. Abbiamo scelto di autofinanziarci e optato per una location speciale: il centro storico del nostro piccolo comune, che per una sera tornerà ad accogliere il suo popolo, proprio come accadeva una volta. Un luogo a noi caro, ma troppo spesso dimenticato, perfetto per accogliere un evento di così alto spessore culturale, una location che trasuda storia, emozioni, tradizioni e perché no, amore! Proprio come i testi del grande cantautore". Ghirardato, cantante, musicista, autore ed interprete a Savoia è molto noto. Nel 1998, infatti, ha composto l'“Ode a Passannante”.

"E il ritorno per molti non fu” - Recital di Ghirardato a Fogliano

Il Piccolo 19.09.2014 di Luca Perrino - Va in scena questa sera, alle 20.30, all’agriturismo “Ai Troisi” di Fogliano Redipuglia, il recital di Carlo Ghirardato “E il ritorno per molti non fu”, che nasce e prende spunto dal convegno, “Tu sei maledetta. Uomini e donne contro la guerra: Italia 1914-1918”, che si terrà a Venezia sabato e domenica nell’ambito delle iniziative per il centenario della Prima Guerra Mondiale. Carlo Ghirardato propone una rassegna di canzoni di diverse epoche e paesi, accomunate dall’esprimere un senso di oscenità, quanto mai attuale, sul fare e progettare la guerra e di come questa vada mutilando nel corpo e nello spirito tutto il genere umano. Dopo aver interpretato con valore e autenticità il canzoniere di Fabrizio De André, in centinaia di concerti, Ghirardato ha interiorizzato il concetto della necessità di fare canzoni, inteso come un dovere nei confronti di qualcuno o qualcosa che debba essere sottratto all’oblio. In questa veste, la sua voce e chitarra saranno accompagnati da Pai Benni Parlante (percussioni) e da Luca Demichelli (basso). L’ingresso è libero (prenotazione consigliata al 3478839355).

Circolo NO.1 Ghirardato, omaggio a De André

Il Piccolo, Trieste venerdì 30 maggio 2014 - “Perché già dalla prima trincea ero più curioso di voi, ero molto più curioso di voi”. Sono queste parole, tratte da “Amico fragile” di Fabrizio De André, a dare il titolo al concerto (ore 20,30 al Circolo Numero 1 di Roiano, in Via degli Apari 3) di Carlo Ghirardato, cantante e chitarrista che da oltre un decennio interpreta con rispetto e grande passione la musica e la poesia di Fabrizio De André. “La riproposta delle sue canzoni – spiega Ghirardato – piene di senso e pertanto vitali, è per me un atto d’amore per il pubblico. In qualità di interprete non mi tiro indietro dal mandarle a memoria, salendo sul palco senza testi né spartiti, come fossi cieco”. Sul palco ci saranno anche Roberto Franceschini e Alessandro “Benni” Parlante, che lo accompagnano rispettivamente al basso e alle percussioni. Nella foto, il trio che si esibirà questa sera.

La Pecora Nera “De André”

Marsili.it 23 Marzo 2014 di Francesco Frangella - Una chitarra in mano, una voce calda e profonda e la poesia. E’ bastato questo a Carlo Ghirardato che ha messo in scena la sua esibizione interpretando Fabrizio De André, a far sognare un pubblico composto da giovani, adulti e bambini, ieri 21 marzo, presso “La Pecora nera”, Pub birreria Art Place di Amantea. Una serata perfetta, fatta di musica e parole, che nella giornata della poesia è stata probabilmente ancora più sentita. Un bravissimo Carlo Ghirardato, accompagnato dalle “improvvisate” percussioni di Enzo Ruffolo, che ha interpretato le canzoni poesie di De André, dialogando amichevolmente con l’attento pubblico, a volte soffermandosi sulle canzoni, che trattano, seppur composte decenni fa, temi ancora attuali. Dal femminicidio con “La Canzone Di Marinella”- eseguita due volte, su richiesta del pubblico- alla rassegnazione dal punto di vista di una donna dopo la fine di una storia d’amore con “La canzone dell’amore perduto”, fino ai testi medievali di “La morte”, “S’ì fosse fuoco” e “Carlo Martello”.

Carlo Ghirardato omaggia nuovamente le due voci oltre la collina: Mia Martini e Fabrizio De André

Di Pippo Augliera, 20/03/2011 - Dopo la data di debutto, torna lo spettacolo Per quelle due voci oltre la collina, tra Mimi' e Faber il 26 marzo al teatro comunale di Crevalcore (BO) con Carlo Ghirardato affiancato da un gruppo di validi musicisti e la partecipazione di Leda Berte'.

Il progetto rappresenta una svolta importante nella carriera artistica di Carlo Ghirardato, impegnato per ben nove anni nel portare, per ogni borgo e città d’Italia, con un fare appassionato le canzoni di Fabrizio De André, ‘come una svista, come un’anomalia, come una distrazione, come un dovere’.

Dopo un lungo e paziente apprendistato, ha portato, come afferma lui stesso, ‘il giusto rispetto al genio del poeta in musica; ne ha interiorizzato l’urgenza espressiva; l’essenzialità del testo, la sacralità sciamanica del canto, alla stregua dei vecchi , garzoni di bottega, che per far le cose a regola d’arte trascorrevano anni a mescolar colori, metter mano solo ai campi lunghi’.

Testaccio, la “Smisurata preghiera” di De André secondo Ghirardato.

IL MESSAGGERO sabato 13 novembre 2010, di Franco Carrera - Una smisurata preghiera. E’ quella che De André “recita” nel cd Anime salve del 1996. Da quella composizione provengono i versi della locandina per la serata-Sos Carlo Ghirardato canta Fabrizio De André, stasera all’ex Mattatoio di Testaccio in soccorso del Manifesto. Da otto anni il quarantottenne cantautore abitante a Roma e nato in Germania gira l’Italia e l’Europa riproponendo le leggendarie canzoni del grande genovese. Ecco la sua “preghiera” pro-Manifesto: “La maggioranza sta recitando un rosario di ambizioni meschine, di millenarie paure, di inesauribili astuzie, coltivando tranquilla l’orribile varietà delle proprie superbie la maggioranza sta come una malattia, come una sfortuna, come un’anestesia, come un’abitudine”.

LA STORIA DI MIA MARTINI NEL SINGOLO “CANTA MIMI’

IL QUOTIDIANO DI CALABRIA sabato 30 ottobre 2010, di Alessandro Pagliaro - L’autore italo-tedesco Carlo Ghirardato si ispira all’artista. - Carlo Ghirardato tenne qualche anno fa un concerto a Spezzano Albanese (CS). Ciò che colpì in quella occasione fu il silenzio quasi religioso con il quale il folto pubblico presente seguiva le sue magistrali interpretazioni delle canzoni di Fabrizio De André. Gli appassionati di musica esigenti, poterono ascoltare meravigliati i brani contenuti nel suo album “Ora che il cielo ai bordi le ha scolpite".

Carlo Ghirardato oggi, nativo di Kassel (Germania), cresciuto in un collegio, dopo aver studiato per sette anni canto lirico e aver suonato, nella rock band C.P. AIR, promuovendosi da interprete a cantautore si rimette in gioco con un’operazione di coraggio incidendo il singolo “Canta Mimì” ispirato alla cantante calabrese Mia Martini.

Omaggio di Carlo Ghirardato a Mia Martini e Fabrizio De Andre’ …per quelle due voci oltre la collina

Di Pippo Augliera - Un sentito e doveroso omaggio musicale di Carlo Ghirardato a Mia Martini e Fabrizio De Andre’ in un progetto nella forma teatro canzone dal titolo Per quelle due voci oltre la collina. Il debutto a Verduno (Cuneo) il 16 ottobre!

Significativo questo spazio regalato a due grandi artisti accomunati dall’autenticità con la quale hanno vissuto e da un meritato amore del pubblico che, a distanza di anni dalla loro scomparsa, continua ad osannare, sollecitando l’industria culturale ad un continuo ed incessante florilegio di libri, book fotografici, cofanetti.

Pagine